Graffiti, un pò di storia ed infine il nostro fantastico BLU

Un pò di storia sull’arte dei Graffiti

I Graffiti non sempre sono considerati arte: a volte vengono tacciati di vandalismo.

blu graffiti

blu graffiti

Questo perché è una pittura di qualcosa sulla proprietà di qualcun altro, come edifici, cartelloni pubblicitari e persino veicoli.

I Graffiti sono una forma d’arte che esiste fin dai tempi antichi e continua ad essere un modo forte di espressione dal basso.

Molti artisti contemporanei hanno usato questa forma di arte per esprimere se stessi, le loro convinzioni politiche o religiose, o semplicemente per lasciare un segno.

BLU_Mural_Pink_Oberbaum_Bridge_Street_Art_Berlin

Gli Stati Uniti sono considerati il luogo di nascita del movimento graffitaro moderno. Dipinti sui muri sono cominciati a New York negli anni settanta e poi si sono diffusi in tutto il mondo.

Dietro ogni graffito, dietro al suo aspetto colorato è sempre celato un messaggio.

N.B. Purtroppo i Video più significativi sono in inglese.

Il seguente video (breve storia del Graffiti ) è stata fatta da un allievo di Università americana.

Tag

Graffiti ‘Tag’

Graffiti tagging (letteralmente poche parole), è il modo più semplice di esprimersi attraverso un graffito.

È comune vedere questi Tag nelle nostre città, oggi, ma non molti di noi sono in grado di riconoscere e sapere chi possano essere gli autori.

Un tag è spesso un disegno che si compone di un colore particolare che in genere contiene il messaggio dell’artista rivolto, non al pubblico, ma ad altri artisti di graffiti.

Può rappresentare anche il soprannome dell’artista. L’utilizzo del tag di un altro scrittore/artista è considerato una forma di plagio.

Graffiti di luce

Luce graffiti, nota anche come “luce pittura”, è una tecnica fotografica la cui esposizioni è fatta solitamente di notte o in una stanza buia spostando una fonte di luce portatile o muovendo la fotocamera.

Questa opera è di Lichtfaktor, un tedesco insieme a circa 50 artisti, ballerini e ginnasti. Tutto è stato fatto con una fotocamera. Incredibile!

Ecco un’altra opera su di un negozio di Berlino: davvero sorprendente!

Yarnbombing

Letteralmente “Filati bombardamento” è un tipo di graffiti o arte di strada molto particolare e colorata. Impiega filati di maglieria o altra fibra invece della classica vernice o gesso.

Centinaia di artisti di tutto il mondo hanno cominciato l’avvolgimento di proprietà pubbliche come alberi, segnali stradali e lampioni.

Una delle opere più ambiziose e quella della foto sotto, una donna ha impiegato un’intera settimana a ricoprire di fili colorati un autobus a due piani in disuso.

Graffiti animati

Il video che segue è veramente incredibile, un’animazione creata in collaborazione da Blu e David Ellis:

Un altro graffiti animazione dipinto su parete, realizzato dall’artista di strada Pao, più semplice ma piuttosto curioso. 

 Di seguito  alcune informazioni sui più famosi artisti di graffiti:

Banksy (vedi articolo precedente http://albertinipierangela.altervista.org/bansky-dipingere-dove-non-posso-e-meglio-del-sesso/)

Il video che segue è una raccolta delle opere di Banksy. Questi stencil graffiti sono collocati a Los Angeles, Detroit, San Francisco, Toronto, Chicago e Regno Unito.

La fama mondiale di Banksy ha trasformato la sua opera d’arte da atti di vandalismo a preziosi e ricercati pezzi d’arte. 

Questo è un collage della street art di Banksy:

King Robbo

King Robbo è un artista di graffiti della metropolitana inglese salito alla ribalda dopo una sfida/guerra di graffiti.

Robbo dipinse il suo primo treno nel 1985 e il treno ‘Buon Natale’ del 1988. 

Guarda il video clip:

Moose

Paul Curtis, più comunemente noto come Moose, ha deciso di sua testa di essere un artista di graffiti.

Per i suoi sostenitori  è un grande talento innovativo, ma per molti è solo un vandalo urbano.

BLU MURALES

BLU MURALES

Usa il detersivo e una spazzola metallica per creare disegni nella sporcizia depositata su pavimenti e pareti nel corso degli anni.
Nella sua città natale, Leeds, l’ente locale ha condannato il suo lavoro.Lui ha detto

a casa mia non hanno il senso dell’umorismo!

Moose ha accompagnato alcuni studenti del College of Art di nord-ovest Pacifico in una forma di osservazione ambientale, trasformando una parete di cemento sporca nel nord-ovest di Portland in un’opera d’arte.

D’Face

D’Face è un londinese scultore e stencil/artista.

Usa la città come la propria galleria personale. Attacca, incolla e disegna su qualsiasi parete o spazio disponibile.

Noto per la sua natura sovversiva, il suo lavoro sfida i luoghi comuni della gente smitizzando immagini iconiche e introducendo personaggi e crezioni bizzarre.
D’face parla della sua arte in questo video clip realizzato da BBC Blast:

 

BLUE MURALES

BLU MURALES

Blu

Blu è lo pseudonimo di un artista italiano che nasconde la sua vera identità. 

Blu è nostro, vive a Bologna ed è stato attivo nell’arte di strada dal 1999, grazie ad una serie di graffiti illegali dipinti nel centro storico e nella periferia della nostra città.

BLU MURALES

BLU MURALES

Nei primi anni la sua tecnica era limitata all’uso di vernice spray, il mezzo di espressione tipico della cultura del graffiti. 

Il suo stile caratteristico si è manifestato nel 2001. Blu dipinge addirittura una casa utilizzando rulli montati sopra bastoni telescopici.

Questa nuova soluzione gli permette di aumentare la superficie verniciata: enormi figure umane, scene sarcastiche, scene drammatiche, da allora iniziano ad apparire lungo le strade di Bologna.

Il video qui sotto illustra il suo lavoro (colonna sonora “Blue (Da Ba Dee)” del gruppo Eiffel 65:

 Ed ora ecco l’evoluzione degli uomini di Blu:

 

BLU MURALES

BLU MURALES

 

 

Lascia un commento

*