Blacksad, misteri e orecchie feline

Ero avvolto in un’atmosfera viziosa fatta di odio, vendetta, e corruzione. Da quel giorno, questo sarebbe stato il mio mondo. Una giungla dove la sopravvivenza  è del più forte, dove le persone si comportano come animali. Avevo scelto di percorrere il più buio percorso di vita … E  sono ancora su di esso. “

Blacksad è una serie di album (cinque finora) a fumetti creati dagli autori spagnoli Juan Díaz Canales (sceneggiatore) e Juanjo Guarnido (artista ed ex animatore Disney), pubblicato dalla casa editrice francese Dargaud. Anche se entrambi gli autori sono spagnoli, il loro principale target di riferimento per Blacksad è il mercato francese e quindi pubblicano tutti gli album Blacksad in francese; l’edizione spagnola di solito segue circa un mese dopo. E’ considerato, per questo, un fumetto spagnolo e francese.

blacksad

blacksad

I protagonisti delle storie sono animali antropomorfi. Ogni animale riflette il carattere del personaggio e il suo ruolo nella storia: ad esempio il giornalista freelance a caccia di informazioni ha l’aspetto di una volpe, invece il protagonista (un detective “duro” che si muove “fra le ombre”, in ambienti poco raccomandabili) ha le fattezze di un gatto nero, e via dicendo.

In un’America del 1950 l’investigatore privato John Blacksad, il gatto nero, è invischiato in storie di mistero e intrigo: omicidi, rapimenti di bambini,segreti nucleari. Guarnido rende le pagine riccamente dipinte in stile cinematografico. Canales è maestro nella tessitura di affascinanti storie: cospirazione, tensioni razziali, e “paura rossa” comunisti, la caccia alle streghe del tempo. Blacksad ci racconta storie dure, che toccano temi scomodi come mafia, prostituzione, omertà e razzismo. E’ un prodotto decisamente per adulti, o perlomeno per un pubblico che possa cogliere le raffinatezze narrative e le frequanti citazioni ai grandi film del genere noir.

Guarnido ha raggiunto fumettisticamente la perfezione, le ombre, le tavole, i colori le tecniche i personaggi umanizzati al massimo, il fumetto è in poche parole fantastico. Guarnido un vero e proprio maestro dell’illustrazione

Gli album vengono acclamati dalla critica e sono considerati un omaggio al generee Film Noir.

Gli album pubblicati finora sono:

  • Da qualche parte tra le ombre (francese: parte Quelque entre les ombres, 2000) . In questo album Blacksad si occupa dell’omicidio di una sua vecchia fiamma.

    Da qualche parte tra le ombre

    Da qualche parte tra le ombre

  • In Arctic nazione (2003) Blacksad è assunto per indagare sulla scomparsa di una giovane ragazza in una atmosfera platealmente razziale.

    Arctic

    Arctic

  • In Anima Rossa (Âme Rouge, 2005) Blacksad veglia su di un vecchio amica implicata mel terrore rosso , e se ne innamora.

    Anima Rossa

    Anima Rossa

  • Silent Hell (L’Enfer, Le Silence 2010), lo racconta in una New Orleans caotica dove lui cerca di rintracciare un musicista, prima dei suoi assassini.

    Silent Hell

    Silent Hell

  • Amarillo (2013) è un seguito del quarto libro. Blacksad cerca di rintracciare il ragazzo che ha rubato una macchina costosa che stava trasportando spie.

    Amarillo

    Amarillo

Una delle particolarità di questo fumetto è l’espressività dei personaggi. Ad ogni quadro cambiano le espressioni, e ognuna rimanda ad una emozione diversa, rendendo quasi superflua la narrazione. In una stessa tavola si passa da una scena drammatica ad una comica, senza che l’intreccio narrativo perda coerenza.

 

2 thoughts on “Blacksad, misteri e orecchie feline

  1. While I appreciate what you have to say here (and I love the echting by Piranesi), I wonder if you’re going to tie this back into comics a bit more. Although you use examples from comics, I do wonder how what you say here is unique to comics and not only to illustration.Thanks for the article!

Lascia un commento

*